index

scheda

Du Chesne Joseph Quercetanus

Joseph Du Chesne, latinizzato in Quercetano, nacque intorno al 1521 in un’indefinita regione francese tra l’Armagnac, l’Esturia e la Guascogna. Morì sicuramente in Parigi nel 1609. Du Chesne si laureò a Basilea nel 1573 e diventò il medico di Enrico IV nel 1593. La sua personalità, definita dai suoi detrattatori, fu definita arrogante e presuntuosa anche per le difese a spada tratta che continuava a fare del suo maestro Paracelso. Egli credeva nella dottrina delle segnature e nelle virtù di preparati come la mumia ottenuta raschiando i crani umani dei morti (magisterium cranii umani). Du Chesne scrisse un ampio numero di libri ove riportò ricette di nuovi rimedi come il Turbith Minerale (Solfato basico di mercurio), il Sale microcosmico (urea) ottenuto per distillazione dell’ urina umana miscelata con aceto. Descrisse, inoltre, la preparazione dello spirito di vino, dell’estrazione del laudano e degli antidoti contro i veleni come la triaca. Du Chesne fu un erudito studioso di lingue orientali che apprese nel suo soggiorno a Valenza ove coltivò anche studi cabalistici sui quali compose un trattato. La sua sapienza lo portò a diventare bibliotecario del cardinale Richelieu e bibliotecario associato a Leo Allatius nella Biblioteca Vaticana. Il suo ritorno in Francia coincise con il riavvicinamento alla fede cattolica e all’entrata in convento dove morì.